About Us

Uno dei nostri sogni é sempre stato quello di viaggiare in lungo e in largo senza avere la pressione di tornare alla routine giornaliera, ma con un senso di libertà assoluto. 

Per questo motivo, abbiamo deciso di lasciare tutto e tutti e partire all'avventura alla scoperta dell'America Latina. 

Dato che questo viaggio é all'insegna della libertà, non vi é un percorso ben definito, questo sarà delineato man mano che avanzeremo, godendoci appieno il tempo e il luogo presente.

LEGGI DI PIÙ...

 

 

 

 

Current Location

Ultima tappa del Centro America, hasta luego y gracias! Featured

Diana y Lucas 07 November 2015 733 times

La nostra avventura centro americana volge piano piano al termine e si conclude a Panama City. Questa città è caratterizzata da enormi contrasti tra il vecchio e il moderno: sempre più numerosi grattacieli si ergono dall’asfalto, e pure la città vecchia non è immune da cambiamenti… infatti antichi edifici coloniali vengono ristrutturati per dare vita ad appartamenti, negozi e ristoranti. Si percepisce subito un dinamismo e un ritmo di vita molto più frenetico rispetto alle isole di Bocas del Toro. Panama è conosciuta per essere una specie di paradiso fiscale, in cui i capitali stranieri sono ben accolti. Tanti edifici e grattacieli benché nuovi di zecca risultano essere vuoti e inabitati. Nella parte moderna non ci si può praticamente muovere a piedi poiché c’è il continuo rischio di essere investiti da automobili che vanno a tutta velocità; chi ha modellato questa città non ha pensato ai pedoni e alle biciclette. Le aree verdi purtroppo sono limitate e il passatempo dei suoi abitanti consiste nel girovagare all’interno di centri commerciali dalle proporzioni esagerate, rinchiusi in una bolla di aria condizionata. Per fortuna esiste ancora il “Casco Viejo”, il quartiere antico in cui si possono fare due passi all’aria aperta e godersi il panorama della zona costiera. 

{flickr album=72157660140056048}

Non ci perdiamo la visita al famoso canale di Panama, una creazione ingegneristica incredibile, che collega l’oceano Atlantico con quello Pacifico e viceversa. Il canale era stato ideato inizialmente dai francesi nel 1870 circa, venne in seguito ripreso dagli americani agli inizi del `900 che conclusero il progetto nel 1914, impiegandoci 7 anni. Gli USA ebbero il controllo diretto e la gestione del canale per tutto il secolo, fino a che i panamensi cominciarono a reclamarne il diritto di gestione sul loro territorio. La gestione completa del canale passò nelle mani dei panamensi soltanto nel 1999.  Il canale è lungo 81 km e ha diverse chiuse che permettono il passaggio di grandi navi da carico provenienti da diversi continenti. Si dice che sia il nodo centrale di smistamento commerciale del mondo.

{flickr album=72157660851492086}

La nostra ultima tappa in Centro America si conclude proprio qui, un luogo strategico che collega vari continenti. Abbiamo potuto visitare ben 7 Paesi in questi 3 mesi e mezzo, conoscendo un po’ della loro storia, cultura, economia, politica e società.  Oltre ai luoghi spettacolari e alle nuove conoscenze, gli incontri con persone davvero speciali ed eccezionali sono stati quelli che ci sono rimasti più nel cuore.

Gracias a Cuba, Mexico, Guatemala, Honduras, Nicaragua, Costa Rica e Panama per averci accolti con calore e gentilezza (chi più, chi meno), quizas, nos veremos pronto!

Ora partiamo alla scoperta del Sud America, siamo come sempre super carichi e curiosi di andare avanti per il nostro cammino, che è anche la vita!

Last modified on Saturday, 07 November 2015 03:07

 

Facebook

SFbBox by enter-logic-seo.gr

VamosAway on Youtube

Flickr Latest Photos

Advertisement

Scroll to Top