About Us

Uno dei nostri sogni é sempre stato quello di viaggiare in lungo e in largo senza avere la pressione di tornare alla routine giornaliera, ma con un senso di libertà assoluto. 

Per questo motivo, abbiamo deciso di lasciare tutto e tutti e partire all'avventura alla scoperta dell'America Latina. 

Dato che questo viaggio é all'insegna della libertà, non vi é un percorso ben definito, questo sarà delineato man mano che avanzeremo, godendoci appieno il tempo e il luogo presente.

LEGGI DI PIÙ...

 

 

 

 

Current Location

Copan in Honduras: meraviglia Maya tutta da scoprire Featured

Diana y Lucas 28 September 2015 878 times

Prima di proseguire per l’Honduras, torniamo ad alloggiare ad Antigua presso Miwa e Kohei, la coppia di giapponesi, i quali ci danno un caloroso benvenuto. Pure la loro cucciola “Coco”, un cane davvero affettuoso che ama spaparanzarsi sul divano, ci fa le feste. Il mattino seguente partiamo alla volta di Copan, un villaggio sonnolento conosciuto per lo più per le sue rovine di un’antica città Maya. 

Il paesino di Copan è caratterizzato da stradine acciottolate e da case colorate, mentre i suoi abitanti sfoggiano uno stile “western” con camicie a quadrettoni infilate nei pantaloni, cinturoni in pelle, cappelli da cowboy e un machete in mano. Il machete non vuole essere utilizzata come arma (ignorate quindi l’immagine sanguinolenta del film “Machete”), bensì come arnese per affrontare la natura selvaggia e tagliare il mais nei campi.

Ci organizziamo per andare a visitare le rovine maya con un esperto locale, dato che l’esperienza di avere qualcuno che spieghi e racconti la storia e la vita di queste antiche civiltà, dà molto di più rispetto alla semplice lettura di un libro-guida. La spesa extra in questi casi è ben giustificata. Malvin, originario della capitale Tegucigalpa, ci mette letteralmente alla prova interrogandoci sulla natura di alcune sculture e sui possibili motivi per cui questa città fu abbandonata e la civiltà con il passare dei secoli andò in declino. Grazie alle visite di altri siti maya e zapotechi in Messico, eravamo preparati, per cui non abbiamo fatto la figura degli ignoranti. Alla fine di questo viaggio diventeremo esperti in materia, chissà…

Secondo le spiegazioni di Malvin, questa città raggiunse il suo massimo splendore tra il 400 e il 800 d.C. con una popolazione di oltre 20'000 persone in un’area di circa 250 chilometri quadrati.

Nella classe nobile di Copan era di consuetudine praticare la poligamia e l’incesto, per cui parecchi figli di nobili nascevano con malattie mentali o malformazioni fisiche. L’unica differenza con altre civiltà (romani, egizi, europei …), per cui quest’ultimi succedevano come primi geniti ai loro padri regnanti, in questa società essi non venivano presi in considerazioni come futuri regnanti. La nostra guida scherzando ci dice che forse anche questo era uno dei motivi per cui la loro civiltà andò in declino, ossia non valorizzando abbastanza la donna (testuali parole!).

Sebbene fosse una civiltà molto avanzata in astronomia, matematica, fisica e altre conoscenze naturali, i Maya non presero in considerazione il fattore ambientale, perché deforestavano estensivamente per procurarsi il legno utilizzato sia per trasportare massi enormi, che per produrre calce, indispensabile per le loro costruzioni. Conseguentemente, il territorio soffrì di erosione e con il tempo vi furono anche cambiamenti climatici, con periodi di siccità che causarono gravi carestie.

Oltre al problema dell’approvvigionamento di cibo, la città venne abbandonata a causa della sovrappopolazione, per cui ci furono già a quei tempi migrazioni verso altre zone e città del Centro-America.

La bellezza di questo sito riguarda la sua ubicazione particolare, trovandosi immerso in una selva di alberi con secoli di vita, animali selvatici come uccelli di ogni tipo e pappagalli coloratissimi, e piantagioni di caffè e banane. Camminando tra queste piramidi ancora ricoperte dalla giungla, fantastichiamo di vivere in un film di Indiana Jones. L’avventura continua con altre scoperte nei prossimi giorni!

{flickr album=72157656869760023}

Last modified on Monday, 28 September 2015 03:46

 

Facebook

SFbBox by enter-logic-seo.gr

VamosAway on Youtube

Flickr Latest Photos

Advertisement

Scroll to Top