About Us

Uno dei nostri sogni é sempre stato quello di viaggiare in lungo e in largo senza avere la pressione di tornare alla routine giornaliera, ma con un senso di libertà assoluto. 

Per questo motivo, abbiamo deciso di lasciare tutto e tutti e partire all'avventura alla scoperta dell'America Latina. 

Dato che questo viaggio é all'insegna della libertà, non vi é un percorso ben definito, questo sarà delineato man mano che avanzeremo, godendoci appieno il tempo e il luogo presente.

LEGGI DI PIÙ...

 

 

 

 

Current Location

Un’esperienza tutta carioca Featured

Diana e Lucas 26 May 2016 740 times

Arriviamo a Rio de Janeiro, un tempo capitale del Brasile (dal 1763 al 1960), una città che ci colpisce e ci sorprende subito, grazie alla sua natura rigogliosa, ai suoi colori e al suo mix di abitanti di tutte le etnie.

Allegria e musica samba imperversano nelle strade e la gente sembra vivere all’aperto. Avendo mantenuto il contatto con un amico di Rio, conosciuto durante un nostro viaggio in Indonesia nel 2012, siamo stati gentilmente ospitati da lui e sua moglie in uno dei più antichi quartieri della città. Thiago è professore in un’università di Rio, mentre Elis è ricercatrice e impartisce lezioni in un istituto di design.

Dietro alla bellezza naturale dei paesaggi e la vita da surfisti sempre abbronzati si nasconde in alcuni angoli della metropoli e nelle favelas un disagio sociale ed economico. Thiago ed Elis ci raccontano come vi sia un grandissimo tasso di disuguaglianza in Brasile, dei 200 milioni di abitanti, la metà vive in condizioni di povertà. Per spiegare i motivi occorre sicuramente guardare alla sua storia. Mino Carta, un giornalista, scrittore ed editore di origini italiane, approdato in Brasile in giovane età, asserisce infatti che tre secoli di schiavitù hanno le sue conseguenze: “L’eredità della tragica dicotomia, “casa-grande e senzala” (la villa padronale e i quartieri della servitù, citando l’opera omonima di Gilberto Freyre, 1933) continua a determinare la situazione del paese, dolorosamente segnato dalla disuguaglianza. Alcuni sostengono che il pregiudizio alla brasiliana non è razziale, è sociale, ma nel nostro caso gli aggettivi qualificativi sono sinonimi: il nativo miserabile non è bianco.”

Thiago ci spiega inoltre che mentre altri paesi nelle Americhe erano in trattative per abolire la schiavitù, il Brasile si offriva per comprare alle élites straniere le persone che sarebbero state liberate a breve. Nel 1888 il Brasile fu l’ultimo paese delle Americhe ad abolire la schiavitù e queste persone furono lasciate alla loro sorte, senza risarcimenti né terre. Non potevano lavorare la terra né avevano i soldi per comprarla direttamente dallo stato, non rimase loro altro che scappare verso le città, vivere in casermoni e vendere il proprio sudore, in condizioni precarie, a stipendi da fame. Mentre si favoriva l’immigrazione europea per lavorare nelle industrie, gli afro-brasiliani furono praticamente messi da parte.

Questi fatti storici costituiscono quindi l’eredità del Brasile con cui ancora oggi deve fare i conti. La recente politica del governo puntava a diminuire la disuguaglianza e ad introdurre politiche sociali. Con l’accusa di corruzione, la presidentessa Dilma è stata sospesa temporaneamente dal suo incarico, una mossa politica per far sì che le élites conservatrici tornassero a governare. Tanti giovani del luogo, in questo momento non si danno per vinti, definendo i recenti fatti accaduti come un attacco alla democrazia (golpe). Manifestazioni pacifiche e concerti musicali vengono organizzati regolarmente in segno di protesta.

Abbiamo potuto conoscere questa città attraverso un’altra prospettiva grazie agli amici Thiago ed Elis. Le lunghe spiagge, la natura prorompente, la sua conformazione geografica e il suo clima caldo tutto l’anno, la rendono una città dal fascino esotico. Sicuramente è una città da vivere, un luogo in cui tornare!

Rio de Janeiro dall'alto
El Cristo Redentor
Escadaria Selaron
Vista sulla laguna di Rio
Teleferica del Pão de Açucar
Vista dal Pão de Açucar
Copacabana beach
Sunset in Copacabana
Ipanema
Santa Teresa in Rio de Janeiro
  • Rio de Janeiro dall'alto
  • El Cristo Redentor
  • Escadaria Selaron
  • Vista sulla laguna di Rio
  • Teleferica del Pão de Açucar
  • Vista dal Pão de Açucar
  • Copacabana beach
  • Sunset in Copacabana
  • Ipanema
  • Santa Teresa in Rio de Janeiro
  • Até logo Rio!

    Last modified on Thursday, 26 May 2016 02:59

     

    Leave a comment

    Make sure you enter the (*) required information where indicated. HTML code is not allowed.



    Anti-spam: complete the taskJoomla CAPTCHA

    Facebook

    SFbBox by enter-logic-seo.gr

    VamosAway on Youtube

    Instagram

    Flickr Latest Photos

    Advertisement

    Scroll to Top